25/11/2020

Gli ingegneri cinesi spostano un terminal per gli autobus da 30.000 tonnellate in 40 giorni facendo scorrere l’intero edificio su binari di scorrimento.

2 min read
Terminale Xiamen Autobus Rotaie Cina

Terminale Xiamen Autobus Rotaie Cina

Gli operai di Xiamen hanno spostato un terminal per autobus da 30.000 tonnellate su una strada circostante per far posto alle nuove ferrovie. Hanno posizionato 532 martinetti idraulici sotto al grande edificio e posato binari di scorrimento. I martinetti idraulici hanno sollevato l’edificio e lo hanno spostato in completa sicurezza.

Terminale Autobus su Rotaie, Terminale Xiamen Autobus Rotaie Xiamen, Cina
Terminale Autobus su Rotaie, Terminale Xiamen Autobus Rotaie Xiamen, Cina

 

Terminale Autobus su Rotaie, Terminale Xiamen Autobus Rotaie Xiamen, Cina
Terminale Autobus su Rotaie, Terminale Xiamen Autobus Rotaie Xiamen, Cina

 

Gli ingegneri di una città cinese hanno trasferito un terminal degli autobus su una nuova posizione, spostando l’intero edificio di cinque piani sul terreno.

Per trasferire l’imponente struttura di 30.000 tonnellate, gli operai hanno messo centinaia di martinetti idraulici sotto di essa e hanno posato dei binari di scorrimento.  L’edificio equivale al peso di quattro torri Eiffel ed è stato spostato nell’arco di 40 giorni per cedere il passo a treni ad alta velocità.

La stazione degli autobus a lunga distanza di Houxi è situata nel distretto Jimei di Xiamen, una città portuale nella provincia del Fujian nella Cina sudorientale.  Con tre piani fuori terra e due sotto terra, la stazione è stata aperta al pubblico nel 2015 dopo cinque anni di costruzione, ma un recente piano di trasporti dalla città ha prescritto il trasferimento del terminal verso una strada vicina per facilitare un progetto ferroviario ad alta velocità.  Dopo una serie di consultazioni, le autorità cittadine hanno deciso di trasferire l’intero edificio da una strada all’altra.  L’ambiziosa mossa comporta una rotazione di 90 gradi, utilizzando un lato dell’edificio come punto centrale.

Spostare rapidamente un edificio così grande e pesante è una sfida senza precedenti.  Prima del trasloco, gli operai avevano scavato e rimosso il terreno tra la posizione originaria dell’edificio e la nuova posizione.  Inoltre, le ringhiere sono state posizionate lungo il terreno a forma di ventaglio, sollevando poi l’edificio dal terreno e posizionando 532 martinetti idraulici nel sottosuolo.

I martinetti idraulici erano divisi in due gruppi, entrambi controllati da computer.  Il primo gruppo si alzava, “avanzava” in avanti e si abbassava prima che il secondo gruppo ripetesse gli stessi movimenti, dando la sensazione visiva che l’edificio stesse “camminando”.  I martinetti idraulici hanno lavorato 24 ore al giorno senza sosta, permettendo di copmpletare il lavoro in 40 giorni.

Share