16/06/2021

ViadellaCina.com

Notizie e informazioni sulla Cina

Grande apertura per il memoriale del luogo di nascita del Partito Comunista Cinese

5 min read
Li Shifeng (a destra), la prima generazione di receptionist dell'ex sede del congresso, visita il memoriale con altri ex colleghi.

Li Shifeng (a destra), la prima generazione di receptionist dell'ex sede del congresso, visita il memoriale con altri ex colleghi.

Il memoriale del primo Congresso nazionale del PCC si apre a ShanghaiUn memoriale dello storico congresso è stato aperto giovedì  3 Giugno 2021 per celebrare il centenario della fondazione del Partito quest’anno.

Tredici membri iniziali del Partito Comunista Cinese si erano riuniti in una casa di 18 metri quadrati a Shanghai per il Primo Congresso Nazionale del Partito un secolo fa, innescando cambiamenti travolgenti per la Cina e per il popolo cinese.

Il sito nel distretto di Huangpu dove il partito venne fondato nel luglio 1921 comprende l’ex sito del congresso su Xingye Road e una nuova sala espositiva di fronte a Huangpi Road S.

Il segretario del Partito di Shanghai Li Qiang ha annunciato l’apertura ufficiale del memoriale giovedì mattina.

“Questo luogo è stato testimone della fondazione del Partito e ha segnato il grande inizio della rivoluzione cinese”, ha detto Li. “Porta anche il grande sogno del Partito Comunista Cinese ed eredita il grande spirito dei membri del Partito”.

Shanghai è il luogo di nascita del PCC e l’origine dello spirito guida dei membri del Partito, che costituisce una gloria eterna per la città, ha aggiunto Li.

Il presidente Xi Jinping e altri sei membri del Comitato permanente del Politburo hanno visitato il sito nel 2017, una settimana dopo la chiusura del 19° Congresso nazionale del popolo.

Il sito ha accolto un numero crescente di visitatori ogni anno, rendendo essenziale l’espansione della struttura. Il vecchio sito è stato chiuso nel novembre dello scorso anno per dare spazio al progetto di espansione.

Il sito è stato rinnovato utilizzando tecniche tradizionali e tecnologie moderne per preservare i centenari edifici shikumen (porte di pietra) e rinforzare la struttura.

Il nuovo memoriale presenta la struttura architettonica unica di Shanghai in armonia con gli edifici della zona circostante Xintiandi. Lo spazio espositivo principale copre circa 3.700 metri quadrati, quadruplicando lo spazio espositivo precedente.

“Il design della nuova sala espositiva mira a ripristinare l’aspetto storico dell’intero isolato e delle strade vicine”, ha detto Xia Bing, l’architetto senior responsabile del progetto. “Il progetto è una buona fusione di architettura, paesaggio urbano e atmosfera”, ha aggiunto Xia.

Una grande mostra sulle origini del Partito è stata inaugurata giovedì come prima mostra del nuovo memoriale dopo la sua grande apertura. Gli “inizi epocali: Fondazione del Partito Comunista della Cina” documenta l’aspirazione originale e la missione del Partito in sette sezioni a partire dal 1840.

La mostra presenta 1.168 reperti sulla nascita del Partito e le pratiche rivoluzionarie a Shanghai, compresi 612 cimeli culturali insieme a foto, video, dipinti a olio, sculture e opere multimediali.

Il memoriale ha raccolto un totale di oltre 120.000 oggetti, principalmente donazioni da parte di discendenti dei pionieri e collezionisti.

Wang Yi, un ricercatore del Museo di Storia di Shanghai, ha donato oltre 100 oggetti che ha raccolto nel corso degli anni. Essi includevano una versione cinese completa del “Manifesto comunista” pubblicato nel 1942.

“Mi piacerebbe far vedere a più persone le preziose reliquie culturali”, ha detto Wang.

Liu Shaling, un altro donatore, ha presentato il diario di suo padre, un ex ufficiale della Nuova Quarta Armata, sulla riunione di mobilitazione del Partito e sulle politiche e i regolamenti per la liberazione di Shanghai nel maggio 1949.

“Sento di esaudire i desideri di mio padre donando il suo diario al memoriale”, ha detto Liu, che ha lavorato al Museo di Shanghai prima di andare in pensione.

Un enorme dipinto di porcellana è esposto all’inizio della mostra. La mostra presenta punti di riferimento storici del Partito, come il sito del congresso, Jinggangshan nella provincia del Jiangxi orientale, Yan’an nello Shaanxi nord-occidentale, il fiume Yangtze, il fiume Giallo e la Grande Muraglia.

I reperti chiave includono 72 edizioni del “Manifesto comunista”. La prima e la seconda edizione cinese completa tradotte dal linguista ed educatore Chen Wangdao e pubblicate nell’agosto e settembre 1920 sono in mostra.

Hu Xiaoyun, capo progettista della mostra, ha detto che le creazioni artistiche e le più recenti tecnologie sono state coinvolte nel metterla insieme.

Una scultura in bronzo dei 13 delegati al primo congresso, per esempio, ha richiesto abilità di scultura e illuminazione di altissimo livello.

La nanotecnologia è stata usata per la pittura, mentre un video storico sulla cerimonia di fondazione della Repubblica Popolare Cinese è stato restaurato in alta definizione 4K, ha detto Hu.

Un film in 3D ricostruisce la scena storica del congresso. Nel film, i delegati fanno discorsi e discutono i principi guida e il piano di lavoro del Partito.

Un grande modello da tavolo dà una visione del centro di Shanghai negli anni ’30. Una mostra di luci e suoni mette in evidenza i siti chiave del Partito e della rivoluzione.

Altre preziose reliquie culturali includono una macchina da scrivere Smith Corona usata da Li Dazhao, un fondatore e pioniere del Partito. Li aveva spesso bisogno di comunicare con i funzionari del Comintern e i rappresentanti dell’Unione Sovietica in Cina. Prese in prestito la macchina da scrivere dal segretario di Sun Yat-sen per scrivere molti documenti segreti.

Il martire rivoluzionario cinese Li Bai inviò l’ultimo messaggio prima di sacrificare la sua vita a 39 anni a Shanghai il 7 maggio 1949, 20 giorni prima della liberazione della città. La sua cassetta degli attrezzi, tra cui circa 40 strumenti in una scatola di legno, utilizzata per riparare una stazione radio segreta è in mostra.

Liu Shaling ha donato il diario di suo padre, un ex ufficiale della Nuova Quarta Armata, al memoriale.

Il memoriale ha ricevuto il suo primo gruppo di visitatori giovedì pomeriggio, compresi alcuni ex dipendenti che lavoravano al sito.

Li Shifeng, 87 anni, era tra la prima generazione di receptionist che lavorava al sito storico del congresso. Ha ricevuto leader nazionali come Chen Yi, primo sindaco di Shanghai, e Deng Yingchao, moglie del primo premier cinese Zhou Enlai, così come ospiti stranieri, tra cui l’allora leader della Repubblica Democratica Popolare di Corea Kim Jong Il.

È stata invitata a tornare nel luogo in cui aveva lavorato più di tre decenni fa per vedere la mostra.

“Mi sento entusiasta di tornare sul posto di lavoro e testimoniare il glorioso centenario del PCC”, ha detto Li. Ha ricordato le cattive condizioni del sito quando è stato inizialmente aperto negli anni ’50, un netto contrasto con la scena di oggi.

Il memoriale è aperto dalle 9 alle 17 da martedì a domenica. La prenotazione è obbligatoria e i visitatori giornalieri sono limitati a 10.000.

L’ex sito del congresso può ricevere fino a 2.000 persone al giorno con tre periodi di visita disponibili.

Shanghai ha conservato 612 siti storici legati alle campagne rivoluzionarie tra il 1919 e il 1949, compresi 497 ex siti di organi chiave del Partito e del governo, nonché 115 luoghi commemorativi.

 

La prima e la seconda edizione della versione cinese de "Il manifesto comunista".
La prima e la seconda edizione della versione cinese de “Il manifesto comunista”.

 

Liu Shaling dona il diario di suo padre, ex ufficiale della Nuova Quarta Armata, al memoriale.
Liu Shaling dona il diario di suo padre, ex ufficiale della Nuova Quarta Armata, al memoriale.

 

Wang Yi dona un'edizione cinese de "Il manifesto comunista" pubblicata nel 1942.
Wang Yi dona un’edizione cinese de “Il manifesto comunista” pubblicata nel 1942.

 

I visitatori scattano fotografie su una mostra multimediale al memoriale.
I visitatori scattano fotografie su una mostra multimediale al memoriale.

 

 

I visitatori scattano fotografie davanti a un enorme quadro di porcellana.
I visitatori scattano fotografie davanti a un enorme quadro di porcellana.

 

 

Il segretario del Partito di Shanghai Li Qiang annuncia l'apertura del Memoriale del Primo Congresso Nazionale del Partito Comunista della Cina giovedì.
Il segretario del Partito di Shanghai Li Qiang annuncia l’apertura del Memoriale del Primo Congresso Nazionale del Partito Comunista della Cina giovedì.Il memoriale del primo Congresso nazionale del PCC si apre a Shanghai

 

Share