26/11/2020

La Cina demolisce una diga per disperdere le acque alluvionali.

2 min read
MasaneMiyaPA / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)

Flood Discharging at Xin'an River Dam MasaneMiyaPA / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)

PECHINO: Le autorità cinesi hanno fatto esplodere una diga domenica scorsa per scaricare le acque che si riversano dietro di essa, in seguito ad un’inondazione diffusa in tutto il Paese che ha causato decine di vittime.

MasaneMiyaPA / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)
Flood Discharging at Xin’an River Dam
MasaneMiyaPA / CC BY-SA
(https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)

L’emittente televisiva statale CCTV ha riferito che la diga sul fiume Chuhe, nella provincia di Anhui, è stata abbattuta con esplosivi domenica mattina presto, prevedendo una discesa del livello dell’acqua di almeno 70 centimetri.

Il livello dell’acqua di molti fiumi, compreso il possente Yangtze, è stato insolitamente alto quest’anno a causa delle piogge torrenziali. 

L’esplosione di dighe e argini per scaricare l’acqua è stata una musica estrema adottata durante le peggiori inondazioni cinesi nel 1998, quando più di 2.000 persone sono morte e quasi 3 milioni di case sono state distrutte.   La settimana scorsa, la gigantesca diga delle Tre Gole sullo Yangtze ha aperto tre paratoie, mentre il livello dell’acqua dietro l’enorme diga si è innalzato di oltre 15 metri.

Altrove, soldati e operatori hanno verificato la resistenza degli argini e li hanno rinforzati con sacchi di sabbia e rocce.  Intanto i vigili del fuoco e altri hanno completato il riempimento di una frattura di 188 metri sul lago Poyang, il più grande lago d’acqua dolce della Cina, che ha causato un’inondazione diffusa in 15 villaggi e campi agricoli nella provincia di Jiangxi. Più di 14.000 persone sono state evacuate. 

Le inondazioni stagionali colpiscono ogni anno gran parte della Cina, soprattutto nelle regioni centrali e meridionali, ma quest’estate sono state particolarmente gravi. Più di 150 persone sono morte o sono scomparse a causa di inondazioni e frane causate dalle piogge torrenziali.

Secondo il Ministero della gestione delle emergenze, circa 1,8 milioni di persone sono state evacuate e le perdite dirette attribuite alle inondazioni sono stimate a più di 49 miliardi di yuan (7 miliardi di dollari). 

 

Finora le grandi città sono state risparmiate, ma la preoccupazione è cresciuta su Wuhan e altre metropoli a valle che ospitano decine di milioni di persone. 

Share