29/06/2022

ViadellaCina.com

Notizie e informazioni sulla Cina

L’Iran chiede di unirsi a Cina e Russia al gruppo BRICS

2 min read
Foto: Beto Barata/PR, CC BY 2.0 , via Wikimedia Commons

(Xiamen - China, 04/09/2017) Foto de Família dos Chefes de Estado e de Governo da IX Cúpula do Brics. .Foto: Beto Barata/PR

28 giugno – L’Iran ha chiesto di entrare a far parte del gruppo BRICS, composto da Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica, che Pechino e Mosca definiscono come una potente alternativa dei mercati emergenti all’Occidente.

Il termine BRIC è stato coniato dall’economista di Goldman Sachs Jim O’Neill nel 2001 per descrivere la sorprendente ascesa di Brasile, Russia, India e Cina. Le potenze del BRIC hanno tenuto il loro primo vertice nel 2009 in Russia. Il Sudafrica si è unito a loro nel 2010.

L’adesione dell’Iran ai BRICS “comporterebbe un valore aggiunto per entrambe le parti”, ha dichiarato il portavoce del Ministero degli Esteri di Teheran. La Russia ha dichiarato che anche l’Argentina ha presentato domanda di adesione.

La Russia ha presentato le candidature come prova del fatto che l’Occidente, guidato dagli Stati Uniti, non è riuscito a isolare Mosca per quella che definisce la sua “operazione militare speciale” in Ucraina.

Il presidente argentino Alberto Fernandez, attualmente in Europa, ha recentemente ribadito il desiderio che il suo Paese entri a far parte dei BRICS.

“Le autorità argentine hanno già espresso pubblicamente la loro volontà di aderire. Si tratta di un processo appena iniziato”, secondo alcune fonti.

La Cina è di gran lunga l’economia più grande del gruppo BRICS, con oltre il 70% della potenza economica collettiva del gruppo, pari a 27,5 trilioni di dollari. L’India rappresenta circa il 13%, mentre Russia e Brasile rappresentano circa il 7%, secondo i dati del FMI.

I BRICS rappresentano oltre il 40% della popolazione mondiale e circa il 26% dell’economia globale.

Il presidente cinese Xi Jinping si è unito al presidente russo Vladimir Putin e ad altri leader dei BRICS per un vertice virtuale la scorsa settimana.

Xi ha criticato “l’abuso” delle sanzioni internazionali, mentre Putin ha rimproverato l’Occidente per aver fomentato la crisi globale, ed entrambi i leader hanno chiesto una maggiore cooperazione tra i BRICS. leggi tutto

Putin ha dichiarato che le relazioni con la Cina sono ottimali e vanta una partnership strategica con Pechino volta a contrastare l’influenza degli Stati Uniti.

Putin ha affermato inoltre che le sanzioni economiche sono simili a una dichiarazione di guerra economica e che la Russia costruirà legami con altre potenze come la Cina, l’India e le potenze del Medio Oriente.

Share